NEVRALGIA E ODONTOIATRIA

Ti è mai capitato di ricevere, prima di un trattamento odontoiatrico, un’anestesia locale per prevenire il dolore? Ebbene, il dentista pratica queste anestesie proprio nei punti in cui scorrono le diramazioni del nervo trigemino. Ad esempio, se soffri di un disturbo all’arcata inferiore, o devi effettuare alcune operazioni come l’implantologia, l’iniezione verrà praticata nella branca del nervo mandibolare che scorre nel canale mandibolare ed innerva denti e gengive dell’arcata.

Insomma il nervo trigemino ha una relazione molto stretta con i problemi di dolore che possiamo avere alla bocca e il dentista è uno degli specialisti che può aiutarti a risolverli in modo completo e rispettoso del corpo intero. Nella nostra esperienza allo Studio Milosevic, ho notato come diagnosticare le nevralgie del paziente con attenzione e in modo integrato attraverso una analisi odontostomatologica e neurofisiatrica insieme, ci consente di comprendere i problemi nevralgici in modo assolutamente nuovo e di trattarli adeguatamente ed efficacemente, invece di mettere solo un tappo momentaneo alla questione.

Solo per darti un’idea dell’importanza della gestione corretta della sintomatologia legata al trigemino, eccoti un quadro completo delle sue implicazioni:

  • Componente sensitiva: il nervo trigemino innerva la cute del volto, la parte anteriore del cuoio capelluto, le mucose di bocca e naso, la congiuntiva, il bulbo oculare ed i denti. In particolar e, le informazioni di questi ultimi provengono dalle diramazioni mascellare e mandibolare. Quindi quando il trigemino non sta bene, potrai avere DOLORE a tutti questi distretti del volto e della bocca che l’odontoiatra deve sapere riconoscere e collegare fra loro in modo adeguato.
  • Componente motoria: innerva i muscoli masticatori ed altri muscoli prossimi alla mandibola. Ecco perché i problemi al trigemino possono creare DISFUNZIONI OCCLUSIVE E ARTICOLARI che l’odontoiatra deve riconoscere altrettanto bene.
  • Componente parasimpatica: (cioè quella controllata in maniera “automatica” dal nostro cervello): controlla le secrezioni nasali, lacrimali e salivari. Quindi il trigemino ci porta anche ALTERAZIONI VEGETATIVE INVOLONTARIE che ancora una volta un odontoiatra preparato deve osservare, interpretare e gestire opportunamente.

Cosa fare allora quando denti, gengive e mandibola fanno male o quando il mal di testa è troppo ricorrente? Puoi rivolgerti con fiducia al tuo odontoiatra e chiedere una diagnosi differenziale integrata per la comprensione e risoluzione del problema a cui non devi rassegnarti, perché la qualità della tua vita è il nostro obiettivo e la nostra ricerca.

Share:

Via Modenese, 240

41057 - Spilamberto (Modena)

E-mail

info@studiomilosevic.it

Appuntamenti

Contattaci!
WhatsApp Contattaci su Whatsapp!